ORION    MOVIES

CENTRO FRANCESCANO ARTISTICO ROSETUM

via Pisanello 1

20146 - MILANO

GLI  ANIMATORI COMMENTANO

ELLA & JOHN

fai click qui per visualizzare i commenti dei film precedenti

cineforum 2018-2019

 

 home

i commenti del pubblico

in programma

 

                                                                                                                                                                                          

 

flavio acquati


giulio acquati


marco massara                  

Che fine ha fatto Paolo Virzì ? E’ davvero difficile riconoscere la sua marca stilistica che caratterizza un modo fin qui originale di gestire lo sviluppo della commedia. Imbarcato in un ‘american sentimental  road movie’ si deve essere sentito un po’ troppo lontano da Livorno e dintorni e senza l’ispirazione similvaresotta  che ha illuminato “il capitale umano”, sicuramente la sua opera meglio riuscita. Così, strada facendo, si è abbandonato ai percorsi di  una sceneggiatura decisamente difettosa e quanto mai prevedibile, senza la possibilità di deviare dal romanzo originario (in USA è peccato capitale) . E come attenuante non può invocare il fatto d avere due attori ‘ingombranti’ (la Mirren danneggiata non poco dal doppiaggio); Alexandre Payne in “A proposito di Schmid” aveva a che fare in situazioni simili con  un certo Jack Nicholson e lo ha fatto funzionare alla perfezione.

Peccato, avrei voluto chiudere meglio il Cineforum !!

matteo mazza

carolina papi

Ella & John. Il cineforum di quest’anno si conclude con un film on the road americano, ma diretto da un regista italiano (di cui qui è davvero difficile ravvisare la marca autoriale). Si parla dell’ultimo viaggio di una coppia che ha condiviso tutta la vita. Gli interpreti (Sutherland e Mirren) sono già loro una garanzia, ma forse sono così ingombranti da non lasciare spazio a soluzioni registiche particolarmente originali. La storia (tratta da un libro) è già “scritta”, nel senso che è scontata sin dall’inizio. Comunque, dal punto di vista emotivo, il film mi ha toccata e anche profondamente immalinconita... per fortuna i “cinici” commenti del pubblico, fermatosi al dibattito, mi hanno riportata a giudicare con maggiore obiettività e criticità il vero e proprio prodotto di “fiction”!
Buona estate a tutti voi!

giulio papi