ORION    MOVIES

CENTRO FRANCESCANO ARTISTICO ROSETUM

via Pisanello 1

20146 - MILANO

GLI  ANIMATORI COMMENTANO

LOVING

fai click qui per visualizzare i commenti dei film precedenti

cineforum 2015-2016

 

 home

i commenti del pubblico

in programma

 

                                                                                                                                                                                          

 

flavio acquati


giulio acquati

Trarre una fiction da un documentario è spesso un’operazione rischiosa e complessa. Si rischia infatti di finire col ripetere le stesse cose, oppure al contrario, di esagerare con la messa in scena, ottenendo risultati eccessivi, ridondanti o addirittura inverosimili. Risulta ancora più pericolosa questa trasformazione quando vengono affrontare storie di vita vera, di lotta civile o sociale. Si finisce con offrire allo spettatore una visione a volte troppo condizionata ed eccessivamente moralista della storia raccontata. Nel caso di Loving tutto ciò non avviene, il regista, nonché scrittore del film, da alla luce una pellicola decisamente equilibrata, attenta e asciutta. Il regista da molto rilievo al rapporto d’amore e rispetto fra i due protagonisti, fatto più di sguardi e gesti che di parole e discorsi, riuscendo comunque a dare rilievo alla lotta civile intrapresa dalla coppia, riuscendo a ricreare con sensibilità l’atmosfera che i Loving devono aver vissuto sulla loro pelle.
marco massara                  

Finalmente una ‘storia vera’ (dal punto di vista cinematografico può essere un problema…) raccontata con ritmo, partecipazione e la giusta dose di thrilling ed ironia.

Soprattutto un film che sa ‘cambiare pelle’ diventando via via una storia di relazione intima, un potente ‘moral movie’ , senza dimenticare un pizzico di suspence ed introducendo personaggi simpaticamente ‘spiazzanti (il fotografo ed i due avvocati) ma perfettamente inseriti nello sviluppo della vicenda. Tutto questo insieme ad una accurata ed affatto stereotipata messa in scena: ’ la working class all’opera, perfino sulle inevitabili didascalie che rilasciano le ombre dello schermo alla realtà della loro ‘ storia vera’. Jeff Nichols è un regista che va tenuto d’occhio !

matteo mazza

carolina papi

Film delicato ed estremamente accurato nel raccontare la vicenda dei Loving (cognome vero, perfetto per un racconto d’amore!), coppia interrazziale, perseguitata dalle leggi discriminatorie della Virginia  negli anni ‘50/‘60. Le prime immagini del film sono una vera e propria ANNUNCIAZIONE nel segno della più naturale disponibilità alla vita e costituiscono il prologo a tutte le tribolazioni che seguiranno fino alla sentenza liberatoria, circa 10 anni dopo! È incredibile e paradossale che negli Stati Uniti (massima potenza democratica, protagonista dell’annientamento del nazi-fascismo) potessero sopravvivere ancora negli anni ‘60 delle “leggi razziali” contro i neri e i matrimoni misti! 
È bravo il regista Nichols a ricreare un’epoca, un ambiente e una storia, raccontando “da autore” i fatti già riportati nel documentario della HBO “The Loving story” del 2011.
Per chi volesse confrontare il vero volto dei protagonisti con quello dei loro interpreti ecco il link del trailer: 

giulio papi